Parliamo di: Victor Nizovtsev

Buongiorno e bentrovati nel mio piccolo ritaglio personale, dove mi piace condividere sensazioni e pareri sui più svariati artisti, contemporanei e non.
Vi ringrazio per seguire questo piccolo spazio di libertà che mi sono concessa sul web, e proseguiamo.
Oggi desidero farvi conoscere uno splendido artista per me di eccezionale eleganza.
Parlo di  Victor Nizovtsev, pittore contemporaneo di origini russe, nato nel 1965 in una cittadina della Siberia centrale, in particolare nella città di Ulan-Ude nei pressi del lago Baikal.
Quando Victor era un bambino la sua famiglia si trasferì dalla Federazione russa nella Repubblica di Moldova.
Victor è cresciuto in Kotovsk, una città situata nel cuore della regione del paese del vino a 30 km a sud est della capitale della Moldavia, Chisinau.
63676_443394005713799_494314326_n
All’età di 9 anni entrò alla Scuola d’Arte Kotovsk, in Russia, un istituto per bambini, dove studiò per quattro anni, dopodiché lasciò la casa familiare per studiare a Ilia Repin College for Art in Chisinau. Si laureò all’Università per le Industrie Artistiche a San Pietroburgo di Vera Muhina.
Victor_NIZOVTSEV_by_Catherine_La_Rose_15_
Dopo la laurea, nel 1993, Victor tornò a Kotovsk dove iniziò a dipingere professionalmente.
 130805_Nizovtsev_02
Nel 1997 Victor si trasferì negli Stati Uniti dove ha continuato con successo perseguire la sua carriera artistica.
 130805_Nizovtsev_04
Nel 2004 Victor si spostò da Washington DC al Maryland, dove risiede tutt’ora con la moglie e la giovane figlia.
150264_443394059047127_1808375405_n
In questo breve periodo di tempo negli Stati Uniti, Victor ha goduto di un alto grado di successo, esponendo in numerose mostre personali e collettive, con collezionisti entusiasti di trovare e acquisire i suoi dipinti, considerati unici e fantasiosi per la loro particolarità.
 154488_443394305713769_1688963833_n
Victor utilizza la tecnica pittura ad olio e i soggetti che dipinge possono spaziare da scene fiabesche a nature morte a paesaggi o a composizioni sceniche. Molte sue opere sono caratterizzate da un’atmosfera fantastica e nostalgica.
L’ispirazione dell’artista è scatenata da tutto ciò che vede, sente, tocca e ricorda, come ad esempio i ricordi dell’infanzia, le tradizioni popolari russe e la mitologia greca, o da altri pittori del passato, e tutto questo emerge dalle sue tele.
 rl9lk7-photo_1p5_ru-volshebstvo-viktor-nizovcev-de
“Spero che i miei quadri diano alla gente un piccolo assaggio della loro infanzia e ispirerà le loro storie. Come l’infanzia stessa, il mondo dei miei quadri non ha regole restrittive. E ‘veramente un mondo dove tutto è possibile e tutto è intrigante. Potete vedere scorci di realtà nel mio lavoro, ma questi hanno senso solo se si guarda a loro con gli occhi di un bambino. Noi adulti invidiamo la capacità dei bambini di sospendere le convinzioni e vedere il mondo senza preconcetti. Spero che i miei quadri forniscano un piccolo ingresso in quel mondo dell’infanzia.” Victor Nizovtsev.
L’osservatore viene travolto dallo stupore iniziale e dolcemente catapultato in un mondo immaginario popolato da creature fantastiche e talvolta mitologiche, come le sirene, che Victor ha più volte esami224893_443394032380463_1668437310_nnato e ritratto in una serie di dipinti.
L’artista le ritrae come incantevoli donne dai cappelli rossi e dalle curve morbide, caratteristiche che ricordano molto lo stile di Klimt e la sua eleganza nell’elevazione della figura femminile in tutto il suo fascino.
 293593_443394155713784_712557850_n
“La maggior parte delle persone con cui sono cresciuto erano di umili origini, lavorando nei campi e nelle aziende agricole. Potete vedere questo nei miei quadri. Le storie e i volti di queste persone, quelli con cuore grande, le mani callose e gli occhi sorridenti, vivono nella mia immaginazione e mi forniscono ispirazione senza fine.” Victor Nizovtsev.
 318575_443394069047126_388341779_n
La caratteristica che più salta all’occhio e che l’artista ha “rubato” al celeberrimo Klimt, è l’uso dei preziosi dettagli in oro in tutte le sue opere, inserito sia per ornare i soggetti delle sue tele, sia per donare punti luce particolarmente vividi all’intera opera.
 423213_443394149047118_1185759063_n
L’arte di Victor può essere altamente simbolica, con indizi nascosti che aiutano a decifrarne i profondi significati come i rimandi ai legami familiari tramite i soggetti di bambini e anziani, ma può essere percepita allo stesso modo come un’arte semplice e umile, con colori e con texture vivaci che riempiono la tela.429053_443404232379443_669819521_n
Il contrasto con gli smalti traslucidi rendono i dipinti vividi e l’esperienza della visione fra lo spettatore e l’opera può essere comparata a una continua danza di sguardi e di luce.
 483222_443394185713781_1267308326_n
Victor dà vita ad ogni sua opera, invitando lo spettatore nel  suo mondo come fosse un universo a parte, riempito con coraggio, energia e ricche tonalità.
 70028825jw1doqwi7s01wj
Bellezza, nostalgia, magia e realismo vengono combinate con nuance e lumeggiature dorate che incantano e rubano il cuore.
 724593001b79
Sono rimasta affascinata da questo artista così onirico, credo sia uno dei pochi artisti contemporanei -che conosco ovviamente- che mi hanno davvero suscitato piacevoli emozioni.
debe093dc2d7a6e5797965bd4d504ac8
Le sue tele paiono raccontare fiabe, viene naturale immaginarsi delle storie dietro alle buffe faccette dei bambini e degli anziani che viaggiano in scarpe giganti o tazze da thè.
Un artista simile si è conquistato interamente il suo pubblico, non con la critica, non con messaggi nascosti particolarmente elaborati rivolti alla società, ma con il filo conduttore che lega tutti noi, la nostra vita.
I nostri ricordi più belli, l’atmosfera familiare, la bellezza dei soggetti e le ambientazioni fiabesche sono piccoli picchi di fanciullezza rari da ritrovare nella vita frenetica e grigia di ogni giorno.
Victor ci offre qualche minuto di bagliore dorato piuttosto che il grigiore della nostra attuale quotidianità.
Forse è per questo che è così apprezzato, offre qualcosa di raro e  che spesso ci dimentichiamo, il tempo in cui siamo stati tutti bambini, affascinati dai racconti, credenti nei miti e nelle leggende, nella fantasia più genuina della tradizione popolare e non, quando quelle creature che fluttuano nell’acqua con la grazia di dee pareva esistessero per davvero e il volare non era un sogno poi tanto irrealizzabile.